Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Domenica 22 maggio 2016: a Torino per Van Gogh

Domenica 22 maggio 2016: a Torino per Van Gogh

Un’occasione per visitare insieme Torino e immergersi nel mondo colorato e visionario di Vincent Van Gogh. La mostra multimediale "Van Gogh Alive - The Experience" trascende il tempo e lo spazio: il visitatore è invitato ad accompagnare Van Gogh in un viaggio attraverso i Paesi Bassi, Arles, Saint Rémy e Auvers-sur-Oise, dove ha creato molti dei suoi capolavori senza tempo. Attraverso uno scenario evocativo, la mostra racchiude oltre 3.000 immagini ispiratrici, trasformando ogni supercie in arte: pareti, colonne, soffitti, e persino i pavimenti. E’ impossibile non carpire il senso dei pensieri di Van Gogh, sentimenti e stati d'animo perchè le sue opere prendono vita in vividi dettagli. Proprio la particolare attenzione alle caratteristiche principali delle opere dell’artista offre ai visitatori l'opportunità di esaminare l’intricato uso del colore e della tecnica, mentre fotografie e video danno una visione delle sue fonti di ispirazione. Vedrete: il più grande piacere sarà semplicemente nel godere, in piedi, dell’arte, ampliare i propri sensi verso onde di immagini e suoni, intensi e belli. Muoversi su di loro come in una danza…

 

Per partecipare alla visita, le indicazioni sono le seguenti:

Sede dell'evento: Promotrice Belle Arti - Viale Diego Balsamo Crivelli, 11 - Torino

Data e ora ritrovo: Domenica 22 maggio 2016 ore 7,00

Luogo di partenza: Piazza Mercato/Fiera a Gavardo

Note importanti: Il viaggio avverrà in pullman e insieme alla visita alla mostra seguirà una passeggiata nel Parco del Valentino sulle rive del Po. Il rientro a Gavardo è previsto per le ore 20,30.

Info & prenotazioni (entro il 18/04/2016): Ombretta Scalmana - coordinatore@gavardorinasce.it - 349.3245485

Costo di adesione: 29 euro a persona (ticket ingresso - pullman)

AvvertenzeLa visita sarà garantita al raggiungimento delle 52 adesioni

 

Interessante il grande lavoro prodotto per il film-animazione "Loving Vincent". In attesa di conoscerne la sua distribuzione nelle sale cinematografiche, se ne può trarre uno spunto dal trailer pubblicato su Youtube. Interamente relizzato con la cumputer grafica, il film -voluto dalla pittrice polacca Dorota Kobiela e dal regista inglese Hugh Welchman- sarà un gigantesco montaggio di dipinti realizzati appositamente sullo stile di Van Gogh da artisti polacchi.

Nando dalla Chiesa a Gavardo il 23 marzo 2106

Il Gruppo Consigliare e l'Associazione Gavardo Rinasce hanno organizzato un incontro pubblico sul tema: "Educazione alla legalità". Mercoledì 23 marzo 2016 alle ore 20,30 preso l'auditorium "Cecilia Zane" di via Giovanni Quarena 8 a Gavardo. Nando dalla Chiesa -noto politico, scrittore e docente universitario- in compagnia di Gian Antonio Girelli -consigliere regionale lombardo- proporrà una riflessione sul delicato tema della legalità. Con l'occasione Nando dalla Chiesa presenterà il suo ultimo lavoro editoriale intitolato "Passaggio a Nord - La colonizzazione mafiosa".

 

Nando dalla Chiesa

Figlio del generale Carlo Alberto dalla Chiesa e della sua prima moglie Dora Fabbo, è fratello della conduttrice televisiva Rita e della giornalista Simona. Si è laureato in economia e commercio ed è professore associato di Sociologia della criminalità organizzata, Gestione e comunicazione d'impresa e Sociologia dell'organizzazione presso l'Università degli Studi di Milano. È inoltre presidente onorario di Libera, l'associazione contro le mafie fondata da don Luigi Ciotti. Il 2 dicembre 1985 fonda e guida a Milano Società civile, movimento di opinione di cento persone, tra i quali il giudice Gherardo Colombo, il sociologo Alberto Martinelli, padre David Maria Turoldo, l'economista Paolo Brera, i giornalisti Giampaolo Pansa, Paolo Murialdi e Carla Stampa, lo scrittore Corrado Stajano, l'avvocato Raffaella Lanzillo e il portiere del Milan Giuliano Terraneo. Nel 1986 l'associazione avrà anche un proprio e omonimo mensile diretto da Gianni Barbacetto. Il 7 febbraio 1992 è capolista nel collegio Milano-Pavia de La Rete di Leoluca Orlando per le elezioni politiche del 1992. Raccoglie 36.260 preferenze ed è dunque eletto deputato. Si candidò alla Elezioni amministrative italiane del 1993 come Sindaco di Milano, sostenuto da La Rete, PDS, PRC, Verdi per Milano e Lista per Milano, ma fu sconfitto al ballottaggio dal candidato leghista Marco Formentini. Non rieletto, il 14 aprile 1994 lascia La Rete. Dalla Chiesa sogna un nuovo partito progressista e il 1º dicembre fonda Italia Democratica. Per le elezioni politiche del 1996 si ricandida alla Camera con altri di Italia Democratica nelle liste della Federazione dei Verdi. Viene dunque rieletto col 42,33% dei voti validi. Il 26 ottobre 1997 partecipa alle prime elezioni del Parlamento Padano guidando la lista antisecessionista Cittadini del Nord per un'Italia Democratica. Il 23 ottobre 1998, giorno in cui il governo D'Alema si presenta alla Camera per la fiducia, dalla Chiesa esprime la sua astensione. Dichiara: «Il decisivo ingresso nella nuova maggioranza del partito del senatore Francesco Cossiga evoca alla mia memoria persone, fatti e circostanze che hanno inciso in misura profondissima sulla mia identità e sulla mia vita», alludendo a responsabilità politiche avute dal senatore nella vicenda del padre, il 3 settembre 1982, allora prefetto di Palermo. Nel gennaio 1999 dalla Chiesa e Italia Democratica si federano coi Verdi. In virtù di tale accordo, dalla Chiesa in giugno si candida alle elezioni europee nelle liste del Sole che Ride, ma non viene eletto né al Nord-Ovest con 7.286 preferenze, né al Centro con 4.340 preferenze. Il 26 maggio 2000 passa con I Democratici di Arturo Parisi, dei quali sarà coordinatore lombardo. Nel 2001 per l'Asinello dalla Chiesa si candida a Genova-Bargagli al Senato risultando eletto col 49,5% dei voti validi. Non ricandidato a fine mandato al Parlamento, dal 18 maggio del 2006 fino all'aprile 2008 è sottosegretario all'Università e alla Ricerca con delega all'AFAM del secondo governo Prodi. Ha fatto parte della Direzione nazionale del Partito Democratico. Tra i suoi libri di successo ricordiamo: il libro di denuncia Delitto imperfetto (1984), il saggio La politica della doppiezza (1996); i vari di "narrazione civile" Storie di boss, ministri, tribunali, giornali, intellettuali, cittadini (1990), Il giudice ragazzino (1992, biografia di Rosario Livatino) e Storie eretiche di cittadini perbene (1999). Negli ultimi anni si è occupato anche di narrativa sportiva: La farfalla granata (1995), incentrato sulla figura di Gigi Meroni), Capitano, mio capitano. La leggenda di Armando Picchi, il livornese nerazzurro (1999), La partita del secolo. Storia di Italia-Germania 4-3 (2001). Con Melampo editore, la casa editrice di cui è socio, ha pubblicato il testo satirico La fantastica storia di Silvio Berlusconi (2004) e, nel (2006), Le Ribelli. Storie di donne che hanno sfidato la mafia per amore. Nel 2012 in commemorazione dei 20 anni dalla morte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino pubblica il racconto Quando lo stato fa lo stato non ce n'è per nessuno in Dove Eravamo. Vent'anni dopo Capaci e Via D'Amelio (Caracò Editore, 2012). È anche autore di un monologo teatrale dal titolo Poliziotta per amore (2008), interpretato da Beatrice Luzzi. Il 6 febbraio 2013 viene nominato presidente dell'Istituto superiore per le industrie artistiche (Isia) di Urbino. Dal 2013 è Presidente del Festival della Saggistica di Fano. Nel 2014 è coautore con Marco Rampoldi del testo teatrale "E io dico no. Ogni notte ha un'alba", a cui hanno collaborato alcuni suoi studenti e laureati, rappresentato poi al Piccolo Teatro di Milano nel dicembre 2014.

Domenica 14 febbraio 2016: visita guidata alla mostra

Domenica 14 febbraio 2016: visita guidata alla mostra

Un’occasione per visitare insieme Milano e apprezzare un numero straordinario di opere (circa 120) dell’artista veneziano. Un percorso espositivo che rievoca insieme la vita e lo studio creativo del grande pittore: dagli anni della formazione tra Venezia e Roma, ancora nell’ambito del Neoclassicismo, sino all’affermazione, a Milano, come protagonista del movimento Romantico e del Risorgimento accanto a Verdi e Manzoni, con i quali ha contribuito all’unità culturale dell’Italia. La sequenza di opere, rivela la grandezza di Francesco Hayez nel padroneggiare generi diversi come la pittura storica e il ritratto, la mitologia, la pittura sacra e l’orientalismo, sino a giungere alle composizioni dove trionfa il nudo femminile, declinato in una potente sensualità che lo rende unico nel panorama del Romanticismo italiano e europeo.

Per partecipare alla visita guidata, le indicazioni sono le seguenti:

Sede dell'evento: Galleria d'Italia - Milano

Data e ora ritrovo: Domenica 14 febbraio ore 9,45

Luogo di partenza: Piazza Mercato/Fiera a Gavardo

Note importanti: Il viaggio avverrà in pullman e insieme alla visita guidata alla mostra seguirà una passeggiata per il centro di Milano. Il rientro a Gavardo è previsto per le ore 19,30.

Info & prenotazioni (entro il 28/01/2016): Ombretta Scalmana 

Costo di adesione: 23 euro a persona (ticket ingresso - guida - pullman)

AvvertenzeLa visita sarà garantita al raggiungimento delle 40 adesioni

Sabato 23 gennaio 2016: visita guidata alla mostra

Sabato 23 gennaio 2016: visita guidata alla mostra

Il primo appuntamento -sabato 23 gennaio 2015- del ciclo "La cultura fa bene al cuore" ideato da Gavardo RInasce, è una visita guidata alla mostra "Marc Chagall - Anni russi 1907-1924". La mostra è organizzata da Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei, in collaborazione con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo e la partecipazione di Giunti Arte Mostre e Musei. Accompagnati da una guida, potranno essere ammirati alcuni dei più importanti capolavori di Marc Chagall, opere di fondamentale importanza per capire il percorso artistico del maestro russo, come la veduta dalla finestra a Vitebsk del 1908, Gli Amanti in blu del 1914, la Passeggiata del 1917-1918, l’Ebreo in rosa del 1915 e molti altri. Accanto alla mostra di Chagall, si avrà l'opportunità di vivere un altro evento unico appositamente progettato e realizzato per l’occasione. Il Premio Nobel Dario Fo ha realizzato ben 20 dipinti accompagnati da 15 bozzetti preparatori e da un racconto sulla vita e l’opera di March Chagall. Uno straordinario omaggio, pittorico e narrativo, a Marc Chagall.

Per partecipare alla visita guidata, le indicazioni sono le seguenti:

Sede dell'evento: Museo di Santa Giulia - Brescia

Data e inizio percorso: Sabato 23 gennaio 2015 ore 15,30

Durata della visita: 1 ora e 30 minuti

Ritrovo ore 15,00 (TASSATIVO): in Piazza Tebaldo Brusato davanti al Comando Provinciale dei Carabinieri - Per chi lo desiderasse, ci si ritrova alle ore 14,15 in Piazza Aldo Moro a Gavardo

Info & prenotazioni: Ombretta Scalmana - Guido Lani 

Costo di adesione: 15 euro a persona

Note: Affrettatevi, i posti sono LIMITATI!